La sede di Houston di Explore Pipeline passa al WiMAX: più veloce, economico e flessibile

Saranno WiMAX i nuovi collegamenti della stazioni di stoccaggio combustibili di Explore Pipeline dislocate a  Houston. Il WiMAX di Sprint ha superato la concorrenza di altre tecnologie fisse (T1) sia per le capacita di trasferimento dati sia per la velocità di implementazione della rete, senza paragoni rispetto ai percorsi tradizionali di copertura attraverso linee fisse.

«Gli impiegati e gli ingegneri avevano bisogno di comunicare più velocemente tra di loro e di avere un accesso più rapido alle informazioni relative agli oltre 2.000 miglia di condutture che trasportano i nostri combustibili da un lato all’altro del paese»  – ha dichiarato Greg Wagnon, Ingegnere senior, responsabile della gestione della rete di Explore.

Un risparmio calcolato in oltre 5.000 dollari l’anno rispetto alle precedenti esperienze basate su tecnologia T1. Oltre al fatto che per avere le autorizzazioni per scavare le trincee utili al cablaggio delle linee è necessario attendere tempi lunghi e mai ben definiti (parecchi mesi). Tempi abbattuti con il WiMAX di Sprint che in soli quindici giorni ha attivato le prime telecomunicazioni interne.

Dopo aver esteso i propri servizi all’interno dei mercati tlc di oltre 71 città offrendo  connettività ultraveloce a tutti i consumatori, Sprint continua a proporre la tecnologia  4G in settori sempre più verticali, ambiti in cui l’affidabilità, la velocità di installazione e la flessibilità di questo standard wireless sono sempre più apprezzati. Servizi evoluti per aziende con tempi di SLA (Service Level Agreement) molto ridotti tanto da garantire la disponibilità della rete wireless per il 99,95 % del tempo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.