Nel primo trimestre del 2011 record di abbonati per Clearwire

Record di abbonati nonostante la perdita economica ancora consistente. Clerawire ha recentemente rivelato i dati finanziari relativi al primo trimestre del 2011 e, nonostante i 227 milioni di dollari passivi del bilancio, si mostra fiducioso sul proprio futuro. Una fiducia che si poggia su gli oltre 1,8 milioni di abbonati che si sono aggiunti nel solo primo trimestre di quest’anno che concorrono ad un fatturato di oltre 258 milioni di dollari. Ma la vera rocca di stabilità è risultato essere il recente accordo raggiunto con il miglior cliente Sprint, da cui proviene la percentuale più alta di utenti, che pagherà un miliardo di dollari per i servizi di rete 3G e 4G. Un’infrastruttura complessiva che ora raggiunge circa 126 milioni di persone , un numero notevole rispetto ai 41 milioni di un anno fa.  

«Per raggiungere maggiore stabilità stiamo realizzando nuovi accordi commerciali con Sprint. Abbiamo sensibilmente ridotto i costi operativi ampliando il volume dei nostri affari all’ingrosso» – ha dichiarato John Stanton, presidente ad interim di Clearwire dopo le improvvise dimissioni di Bill Morrow del marzo scorso.

Una scelta, comunque, non subita dall’operatore statunitense che grazie all’operato di Stanton ha trovato il nuovo accordo con Sprint e la liquidità costante per abbattere la necessità di dover effettuare tagli disperati dei costi e mantenere così il sistema al massimo dell’operatività.  Una situazione ottimale considerando il fatto che non più di sei mesi fa le preoccupazioni aziendali prevedevano uno stallo o addirittura una cessazione dell’attività entro il 2011.

Oggi invece Clearwire può vantare oltre 6.150.000 di utenti con un aumento del 533 per cento rispetto ai 971.000 abbonati dello scorso anno. La maggior parte di questi (4,86 milioni) provengono dal partner all’ingrosso Sprint e beneficiano sia della connessione 4G WiMAX sia di quella tradizionale 3G nelle zone ancora non raggiunte.

Il futuro sembra molto più luminoso, quindi, con una previsione di oltre 9,5 milioni di abbonati entro la fine dell’anno in corso. Oltre un milione in più rispetto alle piu rosee prospettive di tre mesi fa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.