I servizi all’ingrosso di Clearwire costeranno a Sprint un miliardo di dollari

Sprint e Clearwire hanno raggiunto un nuovo accordo. Precisamente Sprint si è impegnata a pagare un miliardo di dollari per continuare a fruire dei privilegi della partnership (per il WiMAX in primis) anche nei prossimi anni. Un accordo raggiunto a fatica ma che, a questo punto, annulla le perplessità avanzate dagli analisti dopo i segnali di rottura trapelati ad inizio anno tra le due società.

Allora, infatti, c’era da un lato Clearwire vittima di problemi economici non indifferenti,  pronta a svendere lo spettro di cui è proprietaria per fare cassa e costretta comunque a duri tagli del personale; dall’altro Sprint che accusava costi troppi alti ed investimenti sempre più onerosi per il mantenimento degli accordi di partnership relativi alla condivisione della rete WiMAX. L’allontanamento del CEO di Clearwire, Bill Morrow, dello scorso marzo, poi, aveva fatto pensare al peggio, soprattutto in vista di una possibile ridiscussione degli accordi economici tra le due aziende.

Ma, alla fine, il compromesso si è raggiunto, con buona pace per entrambe le fazioni.

Sprint pagherà una quota minima di un miliardo di dollari per i servizi all’ingrosso acquistati da Clearwire fino alla fine del 2012. Una prima trance da 300 milioni dovrà essere saldata entro la fine de 2011, 550 milioni di dollari nel 2012 mentre 175 milioni saranno dovuti in previsione dei servizi 4G WiMax utilizzati dal 2011 in poi.

Le società, poi, hanno convenuto un accordo bidirezionale per la vendita dei servizi che permettera a Sprint di rivendere l’accesso alla rete 4G di Clearwire e a quest’ultima di rivendere il 3G di Sprint: una grande opportunità per ampliare i movimenti di mercato di entrambi gli operatori. Le dichiarazioni giunte dal quartier generale di Clearwire evidenziano la bontà dell’intesa raggiunta:

«Sprint è il nostro partner principale e più importante da quando abbiamo lanciato i primi servizi 4G» – ha dichiarato John Stanton, CEO ad interim di Clearwire. «L’ennesimo accordo raggiunto in questi giorni consolida il nostro rapporto e pone ottime basi anche per il futuro. Avere nuove risorse ed il rinnovo di questa collaborazione ci permetterà di mantenere la leadership nel settore 4G e di continuare ad offrire servizi su banda larga mobile di assoluta qualità. »

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.