Tablet WiMax low cost con ZTE, arriva l’ondata cinese

Le ultime dichiarazioni di ZTE, rilasciate al Mobile World Congress di Barcellona appena concluso, hanno definito le prossime mosse del colosso cinese rivolte alla conquista dei mercati di maggiore valore di Europa e Stati Uniti. Lo farà sostenendo il WiMAX e promuovendo nuovi dispositivi, già anticipati alla fiera della tecnologia spagnola, attuali, potenti ed economici.

Tablet da 7 e 10 pollici, basati su sistema operativo Android 2.1 e 3.0 (nelle versioni più costose e potenti), che montano processori da 1 Ghz e da 1,2 Ghz e supportano connettività 3G, WiMAX e LTE.

Dalle dichiarazioni di ZTE è chiara la volontà di proporre gli stessi a prezzi molto inferiori rispetto a quelli disponibili oggi, anche grazie ad accordi con i principali operatori attivi nelle aree di riferimento. Smartphone e tablet più accessibili, per costi e facilità d’uso, destinati ad ampliare le vendite verso questa nuova generazione di dispositivi. Prezzi ridotti che favoriranno la concorrenza e, quindi, la nascita di nuove soluzioni a vantaggio assoluto delle tecnologie wireless e del loro sviluppo globale.

ZTE, con oltre 90 milioni di terminali venduti nel 2010, è entrato di diritto nella Top Five dei produttori stilata da IDC (Internation data Corporation), società mondiale di analisi di mercato nei settori IT e TLC. I suoi prodotti WiMAX sono stati adottati da alcuni dei principali operatori, tra cui KDDI, Clearwire e Telefonica. In Europa, ZTE ha siglato accordi per la distribuzione con KPN, Telenor, Telefonica, Optimus e H3G.

I dati che fanno ben sperare sulla solidità del movimento anticipato sono evidenti anche dai fatti di cronaca di questi giorni. Il colosso asiatico dispone di varie opzioni di connettività senza fili. Le stesse che hanno favorito la crescita economica del produttore ed hanno permesso l’ambizioso riconoscimento del premio Best Practice di Frost & Sullivan nella categoria “2010 SDR Equipment Vendor of the Year”. A conferma dell’eccezionale contributo di ZTE allo sviluppo della tecnologia SDR (Software Defined Radio) e al settore delle comunicazioni wireless.

Le spedizioni di stazioni base SDR di ZTE sono risultate triplicate rispetto all’anno precedente superando le 700.000 unità e registrando un aumento del 200% rispetto al 2009. ZTE è stata la prima società al mondo a lanciare la piattaforma per stazioni base SDR e a realizzarne un’applicazione commerciale. Questa tecnologia è in grado di supportare diverse modalità di accesso wireless su un’unica piattaforma hardware comprende tra cui GSM, UMTS, CDMA2000, TD-SCDMA, FDD LTE, WiMAX e TDD LTE.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.