Obama annuncia il piano per portare la banda larga wireless al 98 per cento degli americani

Il Presidente Obama ha annunciato il suo piano per lo sviluppo della banda larga wireless statunitense durante una visita alla Northern Michigan University, plesso universitario pilota in un progetto di educazione a distanza su rete WiMAX.

Un piano ambizioso che prevede grossi investimenti e risultati che promettono di portare la banda larga almeno al 98 per cento dei cittadini americani. Una scommessa che passa per lo sviluppo di una grande infrastruttura wireless 4G, la strada migliore per cercare di mantenere questi obiettivi.

La fiducia che il leader americano ripone nelle tecnologie wireless si evince anche dal fatto che lo stesso abbia scelto come palcoscenico  per questi importanti annunci il plesso universitario della città di Marquette, in Michigan, passato alla cronaca per la grande capacità di attrarre partner commerciali, come Intel, che hanno realizzato una grande rete mobile WiMAX. Un’infrastruttura, che si estende nei comuni limitrofi e che serve scuole elementari, stazioni polizia, residenti ed imprese, ed in grado di supportare video streaming senza alcun supporto di connessione cablata.

Grazie a questa struttura sono stati organizzati corsi di formazione a distanza con seminari telematici ed interattivi tenuti da grandi rappresentanti della cultura mondiale per gli studenti di una piccola università americana o viceversa per classi di studenti lontane dalla facoltà ma collegate al loro professore tramite i sistemi di videoconferenza.

Al suo arrivo il Presidente Obama ha potuto provare personalmente il sistema WiMAX ed ha effettuato il suo discorso anche per gli studenti situati a km di distanza dal polo universitario.

Il percorso annunciato per la realizzazione di questo progetto nazionale prevede, a larghe linee, il passaggio di una parte dello spettro al momento in possesso delle  emittenti televisive verso gli operatori wireless.  Un trasferimento che si effettuerà  sempre con la vendita all’asta delle frequenze e, quindi, senza toccare le tasche dei cittadini. Un percorso che dovrà avvenire nel modo più naturale possibile in quanto, secondo le parole del Presidente,  le future opportunità economiche  per il Paese si appoggeranno, soprattutto, sullo sviluppo di una solida banda larga americana grazie alla quale si potrà competere nel mercato globale.

Alcuni esempi sono stati fatti attraverso la suddivisione degli investimenti verso progetti possibili e paralleli allo sviluppo della rete wireless nazionale. Servizi per migliorare la sanità, l’istruzione e le applicazioni energetiche. Soluzioni per inviare messaggi di allarme in caso di calamità naturali di ogni tipo o catastrofi di sicurezza nazionale direttamente nelle mani dei cittadini, grazie alla veloce crescita della vendita di smartphone e tablet.

Tra polemiche ed approvazione generate dalla presentazione del piano Wireless Innovation non resta altro da fare che aspettare e stare a vedere cosa succederà.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.