WaveMax collabora con il CIS per la rete wireless delle Marche

I territori dei Comuni anconetani di Maiolati, Castelbellino, Monte Roberto e la zona industriale di San Paolo di Jesi diventano pionieri per l’erogazione di servizi a banda larga senza fili (wireless) nella Marche.

Nei giorni scorsi CIS (Consorzio Intercomunale di Servizi), società che gestisce i servizi per 12 Comuni della media Vallesina, e WaveMax, società che opera nelle telecomunicazioni, hanno firmato l’accordo per la gestione della rete wireless già realizzata da Cis nei territori sopracitati. Un progetto pilota all’avanguardia per le Marche, che utilizzerà la stessa tecnologia e lo stesso gestore, che dunque mette Cis Srl in posizione di assoluta eccellenza.

Cis ha recentemente concluso la realizzazione di un primo stralcio, di un progetto più ampio, di una rete con tecnologia Hiperlan, fibre ottiche e una maglia di ponti radio con antenne che rilasciano il segnale, che garantisce l’ottimale copertura nel territorio dei quattro Comuni indicati con una elevata velocità di collegamento Internet e trasmissione dati. I benefici, rivolti prevalentemente agli enti pubblici, saranno significativi. Nei programmi di Cis c’è infatti la volontà di dotare l’intero territorio dei 12 Comuni della moderna innovazione.

WaveMax Srl, con sede legale a Gubbio, è un operatore di telecomunicazioni, assegnataria della licenza regionale wimax a seguito della gara bandita dal Ministero delle Comunicazioni per diritti d’uso nazionali wimax nelle frequenze 3.4-3.6 GHz (banda 3.5 GHz) per la regione Marche. La società umbra, in base al contratto appena firmato, gestirà le installazioni di CIS ed ha in corso di elaborazione un piano di copertura progressiva di tutti i comuni soci che saranno pertanto privilegiati a livello regionale. WaveMax erogherà servizi all’interno della rete CIS sfruttando la tecnologia Hiperlan ma da subito, anche a titolo sperimentale, ha in programma di utilizzare la tecnologia wimax installando eventuali ed ulteriori apparati radio sui siti già utilizzati.

“Intervenendo per diffondere tali forme di comunicazione” – ha dichiarato il presidente Sergio Cerioni – “il CIS si dimostra ancora una volta orientato al futuro, punta di diamante nell’innovazione, promotore di una rete tecnologica essenziale per le amministrazioni pubbliche anche ai fini dell’e-governement.”

“L’intero territorio delle Marche – si legge in una nota del Consiglio di Amministrazione di Wavemax – può sicuramente dirsi privilegiato, da questo momento in poi, visto che avrà la possibilità di avviare la copertura WiMax tra i primi in Italia e di avere la prospettiva di servizi diffusi sul territorio già entro il 2011.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.