Taiwan preannuncia un accordo con Fujitsu, NEC e Mitsubishi per lo sviluppo di servizi WiMax

Fujitsu, Nec  Corporation e Mitsubishi hanno manifestato vivo interesse per lo sviluppo dei sistemi WiMax a vantaggio delle imprese di taiwanesi. Lo ha annunciato Yùn Chi-ming, Ministro di Taiwan, che ha intenzione di portare avanti questo importante progetto con la sottoscrizione di un protocollo di intesa con le tre aziende giapponesi.

Un nuovo passo in avanti per Taiwan che segue il recente accordo commerciale siglato con la Cina sul taglio dei costi doganali nel trasporto delle merci dall’isola del Pacifico.

Il WiMax riconferma, quindi, la propria posizione sempre più interessante  in tutto il mondo. Una soluzione reale alla crescente domanda globale di banda larga, più affidabile e veloce dei tradizionali sistemi di telefonia mobile.

“L’esplosione delle reti mobili per il trasporto dei dati” – ha dichiarato Joe McGarvey, principale analista sui servizi e le infrastrutture IP per Current Analysis – “rappresenta una rinascita per la diffusione di internet pari a quella avvenuta qualche anno fa con le infrastrutture fisse”.  

Il WiMax è sicuramente la strada più rapida e conveniente per gli operatori per portare la propria rete nelle zone rurali e lontane. Negli Stati Uniti, ad esempio, Clearwire ha aperto la strada in termini di distribuzione della tecnologia. Nello stesso tempo il WiMax ha trionfato in parecchi scenari in tutto il mondo mostrando le proprie potenzialità e capacità.

Frequenti esempi di infrastrutture basate sullo standard wireless 4G continuano ad apparire in tutta l’Asia. KT, ad esempio, copre una buona percentuale di tutta la Corea. UQ Communications, sostenuta da Intel e KDDI, prevede di portare questa tecnologia wireless ad ottimi livelli in tutto il Giappone.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.