CTIA 2010: Clearwire conferma i piani di sviluppo del prossimo futuro

Non accenna a fermarsi, anzi. L’espansione della copertura WiMax sul territorio americano cresce a ritmi serrati e l’operatore Clearwire è, sempre più, protagonista assoluto. Un comunicato stampa odierno, dal CTIA Wireless di Las Vegas, dell’operatore non solo ha confermato i dati (precedentemente  annunciati) relativi al futuro della propria rete  ma ha rilanciato offrendo maggiori sicurezze e certezze sui piani di sviluppo.

Ai recenti annunci di copertura relativi alle città di New York, Houston, Boston, Washington, DC, Kansas City, Denver, Minneapolis, San Francisco oggi Clearwire ha aggiunto Los Angeles, Miami, St. Louis, Cincinnati, Cleveland, Pittsburgh e Salt Lake City. Ed ha garantito che ancora altre città si aggiungeranno nel corso del 2010 per raggiungere oltre 120 milioni di utenti.

L’operatore WiMax ha annunciato, inoltre, che dal 1 Aprile inserirà anche l’ultimissimo netbook di Dell,  l’Inspiron Mini 10, sia nella rete di vendita sia nello store del sito di servizi  www.clear.com. Una rete commerciale che propone già oltre moltissimi notebook e netbook dotati di connettività WiMax prodotti da Lenovo, Dell, Samsung, Toshiba e Fujitsu. Senza dimenticare le recenti novità legate alla presentazione dell’Overdrive 3G/4G Mobile Hotspot, in grado di garantire l’accesso alla rete 4G a tutti i dispositivi abilitati al wifi. IPhone ed iPad compresi.

L’operatore americano ha inoltre prospettato nuovi accorgimenti sull’architettura della rete che permetteranno maggiori capacità e velocità e minore impatto ambientale.

Raddoppierà il numero di ricevitori e trasmettitori garantendo cosi un aumento di velocità del 20- 30 % per arrivare dai 3-6 Mbps attuali agli oltre 10 Mbps previsti.

Miglioramenti tecnici, inoltre, per garantire maggiore efficienza nel backhaul con micro onde. Migliorie che aumenteranno le capacità del 250% e porteranno vantaggi anche a lungo termine nelle zone ad alta densità di consumo e di popolazione.

Clearwire ha annunciato, infine, di aver intrapreso alcuni studi, nei propri laboratori di ricerca di Chicago, sull’alta efficienza ecologica degli armadi delle base station.  Una nuova generazione di dispositivi in gradi di ridurre del 90% i costi relativi all’uso dell’energia elettrica.

In apertura di comunicato Bill Morrow, CEO di Clearwire, ha dichiarato:

In media i nostri clienti 4G utilizzano più di 7Gb di dati al mese e noi siamo molti contenti  per ciò che questo dato implica e che ci riguarda. Coloro che vogliono ancora portare avanti discussioni fuorvianti sulla competizione nel mercato delle telecomunicazioni 4G è evidente che non hanno ben chiara la situazione generale. Per garantire una valida e performante banda larga mobile è necessaria profondità di spettro ed una rete tutta IP. Clearwire rimane senza rivali su entrambi i fronti. Nonostante ciò non ci stiamo fermando e continuiamo ad andare avanti verso soluzioni sempre più innovative.


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.