Gli Usa disegnano la banda larga del 2020

La Federal Communications Commission (FCC), il regolatore Tlc Usa, ha presentato al Congresso il piano decennale per lo sviluppo della banda larga, nella domanda e nell’offerta.

Gli obiettivi del piano stanno facendo il giro del mondo, per quanto sono ambiziosi e avveniristici ( li riassumiamo in fondo a questo articolo), ma a noi preme indicare quale visione di futuro c’è dietro. Che poi è la stessa di chi crede al ruolo del WiMax per il progresso della banda larga, disponibile a tutti, a prezzi economici, ovunque, anche in mobilità.

La banda larga ormai è uscita dai PC di casa e ufficio ed in questi anni, con lo sviluppo di primi telefoni cellulari e smartphone, è sbarcata, soprattutto nella fascia più giovane della popolazione, nelle strade e negli spazi aperti della città. Da qui la necessità di garantire e sviluppare – secondo FCC – questa nuova, ormai neanche tanto futuristica, visione del mondo.
Comprare i biglietti di un concerto, del parcheggio pubblico, conoscere gli orari dei mezzi, vedere le anteprime dei film prima di decidere se acquistare, sempre on line, i biglietti per il cinema, ma anche consultare informazioni nelle biblioteche pubbliche, conoscere i risultati dei propri esami direttamente sia in ambito scolastico che sanitario, leggere le recensioni su un ristorante prima di decidere se entrare. Servizi per la pubblica amministrazione, per il controllo dei consumi energetici, per offrire e creare lavoro ma anche per pagare bollette, gestire i propri abbonamenti per le forniture, leggere i giornali, ritrovare la macchina in un parcheggio e comunicare in tutti i modi possibili con tutto il mondo. Tutto tramite supporti poco costosi e grazie ad abbonamenti economici. Solo alcuni esempi di una vita già possibile grazie alle innovative e veloci tecnologie wireless.

Questo nuovo mondo, infatti, richiede estrema mobilità, velocità, grandi potenzialità delle risorse di collegamento e versatilità di utilizzo. Caratteristiche che vedono nelle tecnologie 4G, e nel wireless per definizione, la possibilità di un’immediata applicazione nella vita reale. Standard come il WiMax, che anche negli USA sta vivendo, grazie ad operatori come Sprint e Clearwire, un periodo di continuo sviluppo ricco di successi e come LTE che nel prossimo futuro potrebbe risultare altrettanto interessante.

Ecco alcuni degli obiettivi previsti dal piano per la prossima decade:

• Dotare 100 milioni di famiglie di connessioni economiche a 100 Mbit al secondo in download ed almeno 50 Mbs in upload;

• Garantire l’accesso a banda larga a prezzi economici e a una connessione superveloce di un gigabit per secondo a istituzioni come le scuole, gli ospedali, i presidi militari;

• Recuperare 500 MHz di spettro e renderli nuovamente disponibili per un uso con licenza e senza licenza, a favore della banda larga in mobilità;

 • Assicurare un’istruzione digitale a tutti;

• Garantire connessioni a banda larga economiche alla comunità rurali, alle scuole, alle librerie e alle fasce deboli della popolazione ;

• Promuovere la competizione attraverso un ecosistema a banda larga assicurando una grande trasparenza, rimuovendo le restrizioni all’ingresso e conducendo analisi di mercato con dati raffinati su prezzo, velocità e disponibilità

Per avere maggiori informazioni sul National Broadband Plan di FCC, cliccare qui.

3 Comments

Rispondi a Fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.