Copertura WiMAX: Le stime del WiMAX Forum, 800 milioni entro fine 2010, un miliardo nel 2011

Il WiMAX Forum ha rivelato che i fornitori di servizi WiMAX al momento attivi nel mondo, coprono più di 620 milioni di persone in circa 147 paesi e secondo questi dati entro la fine del 2010 le persone coperte con tecnologia WiMAX saranno 800 milioni. In più il WiMAX forum si aspetta che si superi il miliardo entro fine 2011, cioè quando le nuove tecnologie 4G saranno mature per competere commercialmente.
Ron Resnick, presidente del WiMAX Forum, afferma che “Le reti WiMAX continuano ad epsandrsi a ritmo alto, nonostante la lenta ripresa economica. Questi nuovi numeri e le statistiche di distribuzione dimostrano che l’ecosistema WiMAX ha un forte slancio durante l’inizio del nuovo anno e continuerà a soddisfare la domanda di banda larga delle popolazioni e delle regioni sviluppate ed emergenti”.
Il WiMAX forum ha potuto così ricotruire una mappa della copertura WiMAX nel mondo:
Asia-Pacifico con più di 237 milioni POP e 100 implementazioni di rete.
Europa Centrale e America Latina raggiungono 113 milioni POP e 109 installazioni.
Africa / Medio Oriente più di 108 milioni di POP con 142 installazioni.
L’Europa comprende 115 milioni di persone con 153 installazioni.
La copertura del Nord America è aumentata a 47 milioni di POP con 51 installazioni.

“Clearwire intende continuare l’espanzione della nostra rete 4G ad altri mercati nel 2010 con il lancio del servizio in diverse aree metropolitane di grandi dimensioni, tra cui New York, Houston e San Francisco Bay Area – in ultima analisi, raggiungendo fino a 120 milioni di persone entro la fine del 2010 “, ha detto Ali Tabassi, vice presidente senior Clearwire Corporation.

L’adozione del WiMAX in Europa continua a crescere grazie ad un aumento di allocazione dello spettro fatta nel 2009. Per esempio, l’Irlanda è un mercato ideale per il WiMAX grazie al suo basso tasso di penetrazione della banda larga. L’operatoe Imagine ha ottenuto l’accesso all spettro 3.4/3.6mHz nel 2009 e subito ha iniziato a costruire una rete nazionale in Irlanda. L’azienda ha lanciato i servizi commerciali lo scorso mese e ha già avuto successo con migliaia di migrazione a WiMAX. Durante il 2010, amplierà la sua offerta per fornire servizi WiMAX nomade tramite WiMAX dual mode / dongles HSPA e laptop embedded. Imagine si aspetta di avere il 60% della popolazione irlandese coperta entro la fine del 2010 e diffusione nazionale, terminata nel 2012.

Come abbiamo detto nel febbraio 2009, il WiMAX Forum ha originariamente previsto che la tecnologia WiMAX potrebbe raggiungere 800 milioni di POP entro la fine del 2010.
Ma molto probabilmente secondo i dati raccolti a fine 2009, si stima che queste cifre verranno sicuramente raggiunte ed anche superate. Infatti questa proiezione di Febbraio 2009 non tiene conto per della potenziale crescità che subirà il WiMAX una concluse le aste per le frequenze in India e le reti verranno dispiegate nelle Filippine e Indonesia.

“Il WiMAX ha un potenziale enorme in Indonesia, dove solo il quattro per cento dei suoi 240 milioni di abitanti ha accesso alle infrastrutture di linea fissa e meno di due milioni hanno accesso alla banda larga”, ha detto Basharat Ashai, analista Maravedis “4GCounts Team”. “Recentemente, 73 aziende di telecomunicazioni hanno partecipato ad un asta che ha dato solo otto vincitori e molti di questi operatori prevedone di distribuire nei primi mesi del 2010.”

Un driver principale della crescita WiMAX nel 2010 sarà l’aumento dei prodotti di consumo in arrivo sul mercato, comprese i smart phone tri-band e telefoni con funzionalità di roaming globale. Più di 178 prodotti hanno ottenuto la certificazione WiMAX Mobile nel 2009 e dieci i prodotti sono stati certificati nel gennaio 2010. Attualmente, più di 25 imprese associate WiMAX Forum fabbricano stazioni base WiMAX e le 45 imprese associate WiMAX Forum sono fornitori CPE. Il WiMAX Forum stima che entro il 2011 ci saranno più di 1000 prodotti certificati Mobile WiMAX Forum Certified ™ disponibili sul Mercato mondiale.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.