Aria installerà, entro giugno 2009, oltre 1.200 stazioni WiMAX su tutto il territorio nazionale

I primi 100 comuni in digital divide saranno coperti nel 2009, garantendo l’accessibilità alla banda larga finora negata. In pieno sviluppo il piano di roll out presentato dopo l’assegnazione delle licenze.
Todi, 19 ottobre 2008 – ll WiMAX di Aria – l’unico operatore nazionale che distribuirà servizi attraverso la tecnologia WiMAX – entra nella fase operativa. Sono stati conclusi tutti gli accordi necessari inclusi quelli con i vendor che forniranno tutti gli apparati necessari per il deployment della rete e gli accordi per l’utilizzo dei siti esistenti. Questo permetterà il roll out della rete secondo i piani della società.
Entro il 30 giugno del 2009, saranno infatti installate 1.200 stazioni WiMAX dislocate su tutto il territorio nazionale che permetterà ad Aria di raggiungere la prima tappa di uno degli obiettivi primari della società: quello di coprire entro il 2009 gran parte dei territori attualmente in digital divide.

Inoltre, il servizio sarà a brevissimo termine attivato in più di 100 comuni italiani del nord, del centro e del sud che si trovano, appunto, in situazioni di svantaggio tecnologico non avendo la banda larga.
L’accesso ad un mercato più ampio e la possibilità di partecipare e favorire lo “Sviluppo Economico” dell’Italia, attraverso una adeguata crescita del settore TLC e ICT, porta Aria ad avere come obiettivo principale quello di migliorare la qualità della vita degli uomini a supporto delle attività personali e di business.
“Questo è un progetto per noi molto sfidante” ha dichiarato Franco Grimaldi, Direttore Generale & Chief Technical Officer di Aria “e prevede l’installazione in 5 anni di 4.500 stazioni WiMAX distribuite su tutto il territorio nazionale. Siamo certi che, anche grazie a tutti questi agreement, saremo in grado di offrire i nostri servizi secondo il piano di sviluppo della rete presentato subito dopo l’assegnazione delle licenze”.
Aria si conferma così una realtà in grado di sviluppare un progetto nazionale organico e completo di servizi per lo sviluppo delle imprese e delle persone basandosi su una tecnologia “accessibile”, semplice e alla portata di tutti.
_____________

ARIA nasce nel 2005 e in soli 2 anni diventa uno dei principali WISP italiani. A partire dall’ottobre 2007 con l’ingresso di nuovi soci e di un nuovo assetto societario diventa più competitiva.
Infatti, nel mese di gennaio 2008, l’azienda si è iscritta alla gara per le assegnazioni dei diritti d’uso delle frequenze BWA (Broadband Wireless Access) e si aggiudica tutte le licenze nazionali messe a disposizione dal Ministero delle Comunicazioni.

Ufficio Stampa:
D’Antona & Partners

93 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.