Aria, WiMAX tra sei mesi in Sicilia

E’ in fermento il mondo dell’Information technology in Sicilia. Anche nell’Isola Aria, la società umbra che si è aggiudicata per circa 45 milioni di euro le licenze per tutte le macroregioni con le quali è stata divisa l’Italia, sta muovendo i primi passi. Le strategie sono state illustrate ad MF Sicilia dall’amministratore delegato della società, Mario Citelli. La partenza dei lavori è fissata per il gennaio del 2009 quando verranno installate le prime infrastrutture per la rete. E, poco dopo, l’avvio dell’offerta. «Abbiamo iniziato a progettare la rete nazionale a marzo e dal gennaio del 2009 cominceremo ad installare alcune strutture in Sicilia. Non si tratterà solamente di antenne ma anche di centrali sparse per il territorio che serviranno a gestire il traffico». Lavori che si prospettano veloci. Nel primo semestre dell’anno l’azienda prevede la copertura di 80 comuni nelle province di Palermo, Agrigento, Catania e Messina. Dopo la costruzione delle necessarie infrastrutture, «il passo verso l’offerta commerciale sarà breve» ha confermato Citelli. «Uno dei punti forti del Wi-Max», ha spiegato «è che la fornitura del servizio a partire dalla rete è abbastanza semplice. Credo che, dopo le installazioni, nei due mesi successivi potremmo presentare la nostra offerta commerciale». Le date, comunque, sono già fissate. «Pensiamo inoltre di fare un lancio commerciale a partire da fine anno che illustri tutte le date del nostro progetto», ha spiegato Citelli. L’offerta punterà sia sull’utenza privata che su quella business. «La nostra offerta sarà segmentata per le diverse utenze con fasce di prezzo differenti». La presenza sul territorio siciliano della società umbra potrà essere diretta ma non si escludono partnership anche con le altre società che si occuperanno della banda larga senza fili nell’Isola, Mandarin e Aft. «Una delle questioni che stiamo discutendo è proprio quella delle partnership con le altre società. L’alternativa è quella di una presenza diretta». Infine, la composizione del mercato che varia, nell’Isola, secondo l’ad di Aria, dai 500 mila a quasi due milioni di utenti. Continua la lettura dell’articolo…

Fonte: MF Sicilia

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.