La Commissione Europea spinge per il WiMAX Mobile

La scorsa settimana la Commissione Europea ha annunciato di aver finalmente raggiunto un accordo sull’utilizzo e l’armonizzazione delle frequenze da 3400 – 3800 Mhz negli stati membri della Comunità Europea.

Decisione che avrà un impatto positivo per i nuovi operatori WiMAX che hanno acquistato recentemente le licenze per l’utilizzo di questo tipo frequenze.

Ai sensi dell’articolo 3 dell’accordo i membri della Comunità Europea dovranno permettere l’utilizzo di queste frequenze per le comunicazioni fisse, mobili e nomadiche dal Gennaio 2012.

Quasi tutte le licenze per lo spettro 3.5 Ghz in Europa ne limitano il servizio. Pochi sono i paesi che prevedeno l’utilizzo di queste frequenze per le connessioni mobili e solo in alcune si stanno iniziando a predispsorre le licenze per tale utilizzo.

La commissione Europea ha a lungo sostenuto l’uso fleissibile dello frequenze per affrontare la convergenza della telefonia mobile, fissa e di radiodiffusione, settori che riflettono l’innovazione tecnologica, amche in roaming, per poter utilizzare tali servizi allo stesso modo anche in altri stati membri della comunità europea.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.