WiMAX in Italia: Idee da oltreoceano

Il WiMAX in Italia? Dando uno sguardo oltreoceano è possibile immaginare, capire quale potrebbe essere il futuro di questa tecnologia, la mia è solo un idea, quindi non dò per scontato che sia questa la via che verrà seguita ed attuata anche nella nostra Italia, ma forse gli ingenti investimenti delle società che hannno acquisito le licenze d’uso non potranno essere recuperati solamente coprendo le zone digital divise. Inoltre è bene capire che quelle società ed enti che non hanno partecipato all’asta o che hanno solo alcune licenze, si stanno muovendo a favore del Digital Divide, ecco alcuni esempi:

I programmi Telecom per la banda larga
300 milioni di euro per il digital divide, 3 Italia
Sardegna verso la copertura globale con la fibra ottica

ed altre ancora.

Quando parlo d’oltreoceano mi riferisco agli USA dove ad Aprile di quest’anno entrerà in funzione la rete WiMAX della Sprint Nextel, chiamata XOHM. Cosa è XOHM? la “risposta” la troviamo in uno degli spot del sito ufficiale: “Xohm is working to make your city one big hot spot“, una città come un enorme hot spot, è questa l’idea della Sprint Nextel. Spero abbiate capito che qui non si parla di zone dove non è possibile arrivare con la banda larga, ma si parla di centri cittadini, di metropoli dove sono attualmente presenti collegameti ad alta velocità.

Perchè una rete WiMAX nelle metropoli americane dove sono già presenti sofisticati impianti per la banda larga? Le risposte sono molte per primo sicuramente i bassi costi per la creazione e gestione di una rete WiMAX ed un altra è sicuramente la versatilità di una rete WiMAX, versatiltà intesa come modi di impiego.

Streaming video, film, download musica, foto sharing, on-line gaming, chat, navigazione internet, immaginate di poter fare questo da qualsiasi posto vi troviate in città come Roma o Milano, certo in Italia non sono cose così importanti, ma in america si, fondamentali essendo il mercato e di conseguenza la società, già molto avanti rispetto a noi riguardo le nuove tecnologie e i modi di usarle e di viverle. XOHM non è solo il nome di una rete WiMAX, ma il nome di un servizio è un marchio, il marchio del primo vero operatore WiMAX nel mondo.

Saranno numerosi i partner che forniranno dispositivi agli abbonati XOHM, tra cui Nokia, HTC, forse Apple, dispositivi come; router, pc card e presto laptop e desktop PC, Ultra Mobile PC (UMPC), mobile Internet tablets e device, player multimediali portabili, tutti marchiati XHOM e tutti funzionanti sotto copertura WiMAX, sarà questo un altro motivo per la rete XOHM, un idea imprenditoriale tesa anche a la vendita di tutti i nuovi dispositivi WiMAX che ci invaderanno a partire da quest’anno.

Ecco guardando oltreoceano ho avuto chiara la visione di come potrebbe essere usata una rete WiMAX, voi cosa ne dite???

28 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.