Intel: Finalmente il momento del WiMAX

Ad una conferenza con gli investitori tenutasi la scorsa settimana nella Silicon Valley, il CEO Intel, Otellini, ha dichiarato che presto i prodotti Intel avranno un immenso successo e questo grazie al WiMAX la tecnologia su cui Intel ha investito ingenti somme negli ultimi anni.

650 milioni di utenti entro il 2010 saranno sotto copertura WiMAX, questo ha dichiarato Sean Maloney della Intel e i numeri sostengono questa affermazione.Verranno dispiegate in tutto il mondo 281 reti WiMAX in un ecosistema che comprende 29 aziende produttrici di apparechiature per infrastrutture WiMAX, 15 aziende che forniscono chip WiMAX e 19 aziende che producono chip per basi trasmissione, basate su tecnologia WiMAX mobile.

Secondo Maloney questi numeri si tradurranno in ricavi di 16 miliardi di dollari entro il 2012 provenienti dagli abbonamenti a servizi WiMAX.

Il 2008 sarà cruciale per il WiMAX come prodotto per la mobilità nelle mani degli utenti, Intel è uno dei maggiori sostenitori di questa tecnologia e si aspetta quindi un rientro degli investimenti. Rientri che arriveranno presto dalla vendita di silicio (processori), infatti Intel sta iniziando la produzione del modulo “Echo Peak” che a scelta del produttore, potrà essere integrato nei nuovi procesori Intel Centrino 2 (Montevina). Tale modulo permetterà a laptop di ultima generazione di funzionare sia sotto rete Wi-Fi che sotto rete WiMAX. La scelta di integrare il modulo “Echo Peak” potrà essere facoltativa per i produttori di laptop, infatti potranno optare per l’esclusione del modulo e far funzionare i propri prodotti solo con il supporto per il Wi-Fi, integrato nel nuovo Centrino 2. Nello stesso tempo nei piani di produzione Intel ci sarà anche il “Baxter Peak“, lower-power WiMAX-only, versione dell’ “Echo Peak” che non includerà il Wi-Fi studiato appositamente per l’internet mobile (cellulari ed altri dispositivi) e CE. Inoltre Intel prevede il rilascio del modulo “Dana Point” riferimento per la progettazione di schede per PC.
Tutti quest nuovi processori porteranno ad un enorme produzione di dispositivi WiMAX e di conseguenza ad un enorme sviluppo di tale tecnolgia, ma non è certo questo l’unico motivo per cui Intel punta al WiMAX, infatti il grosso sviluppo è da attribuirsi in gran parte a costi ridotti di questi processori. Per esempio il costo del “Echo Peak” che sarà presto sul mercato, avrà un prezzo notevolmente inferiore a quello delle soluzioni 3G al momento disponibile sul mercato.

Fonte: Wimaxday.net

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.