WiMAX e satelliti, problemi?

The Satellite Users Interference Reduction Group (SUIRG) ha pubblicato una ricerca con i risultati di test fatti sulle interferenze che le frequenze WiMAX potrebbero avere sui sengnali satellitari sulla banda C.
La banda C è largamente utilizzata con il sistema di ricezione satellitare TVRO e lavora sulle frequenze 3.7-4.2 GHz per il downlink e 5.925-6.425 GHz per il uplink. La banda C viene usata per aprire le comunicazioni con i satelliti per la ricezioni dei canali TV.
L’obbiettivo principale della ricerca è stato quello di misurare il livello di interferenza generate da trasmissione WiMAX da stazione fissa, dentro un stazione di ricezione satellitare con antenna FSS.

Il test è stato eseguito in due fasi:
Fase 1: L’antenna FSS è rimasta in una posizione fissa, mentre l’unità base WiMAX è stata spostata in diverse sedi operative in vari angoli e distanze dall’antenna FSS. Il test si è svolto nell’area di 1 km e ha mostrato che il segnale digitale è stato reso inaccettabile dalle interferenze del segnale WiMAX.

Fase 2: L’antenna di base WiMAX è stata fissata ad un’altezza di circa 50 metri su di una serbatoio d’acqua. L’ antenna FSS è stata posizionata in vari luoghi e in vari angoli alla distanza di 12 km dall’antenna WiMAX. Anche in questo caso la ricezione del segnale satellitare è stato disturbato ma non reso inutilizzabile come nel primo caso.

I risultati dei test hanno infine dimostrato che i due tipi di antenne possono coesistere insieme su distanze che vanno dai 50 a i 200 km e il livello di disturbo del segnale satellitare dipende dal terreno (se collinare o pianeggiante) e dall’intensità del segnale WiMAX.

Fonte: Cellular-News

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.