WiMAX nuova era della comunicazione

Libero o a pagamento, il WiMAX sta arrivando, una nuova tecnologia che permette connessioni a banda larga a chilometri di distanza da una stazione di emissione segnale, con il minimo investmento dal punto di vista infrastrutturale.

Cosa cambierà?

Be di sicuro quello che tutti si aspettano è che il Digital Divide, piaga che ci colpisce in quasi 6 milioni, venga azzerato o quanto meno diminuisca, cosa che molti definiscono una chimera. Le notizie che nell’ultimo periodo abbiamo letto sull’assegnazione delle licenze per le frequenze del WiMAX in Italia, hanno scatenato dissaccordo tra chi come me crede nelle potenzialità di questa tecnologia globale, comunque abbiamo almeno delle date certe per veder cominciare questa nuova era della comunicazione.

Il WiMAX diventerà uno standard per dispositivi mobili (portatili, cellulari, palmari) come lo è il bluetooth o le vecchie porte ad infrarossi e come lo è diventato il Wi-fi, ci si potrà connettere, telefonare, scambiare dati, non solo in prossimità di aereoporti, università, stazioni ma da qualsiasi parte vorremo, i più grandi produttori di tecnologia mobile si stanno già muovendo verso il WIMAX, basta guardare la Intel che ha già sviuppato notebook centrino con tecnologia WiMAX.

Non più GSM, ma VoIP attraverso il WiMAX, basta ripetitori che fanno male, le emissioni radio WiMAX sono molto meno pericolose di quelle dei trasmettitore GSM, basta leggere questo articolo su OneADSL.IT che parla appunto delle differenze di emissione tra questi tipi di dispositivi.

Se qualcuno ha qualcosa da aggiungere è ben accetto….


Technorati :
Del.icio.us :
Ice Rocket :
Flickr :
Zooomr :
Buzznet :
Riya :
43 Things :

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.